Napoli un intera città universitaria!

Tra le tante bellezze di questa meravigliosa città troviamo la più antica e importante università statale d’ Italia e del mondo. Essa fu fondata il 5 giugno 1224 dall’Imperatore del Sacro Romano Impero e Re di Sicilia Federico II di Svevia, ed è ancora oggi la principale accademia napoletana e una delle più importanti in Italia e in Europa. Creata per volere stesso dell’imperatore, l’Università di Napoli è considerata in assoluto la prima università laica in Europa di tipo statale cioè non fondata, da corporazioni o associazioni ma da un provvedimento sovrano. Dalla sua fondazione a oggi, nel corso degli anni si è ampliata sempre più sia in numero di studenti che di facoltà a disposizione di essi costringendola così allo spostamento in varie sedi sparse per la città creando non pochi problemi di carattere edilizio. Nuove difficoltà di carattere organizzativo afflissero l’ateneo sia durante il ventennio fascista sia durante la Seconda guerra mondiale quando la sede centrale fu incendiata dai tedeschi. L’ ateneo oggi, in merito agli avvenimenti passati, dunque, non ha una sede unica bensì ogni facoltà appartenente a un dipartimento, si trova sparsa per la città affianco ai molteplici b&b di Napoli e ai numerosi monumenti storici. Troviamo infatti, oltre la sede centrale sita in corso Umberto I, altre 19 sedi ognuna di esse dedita a una specifica facoltà come per esempio Palazzo Gravina dove risiede la facoltà di architettura o come il complesso di Sant’Antonio delle Monache a Port’Alba situato in piazza Bellini, nel centro storico di Napoli dove ha sede la facoltà di lettere. La vasta scelta tra indirizzi di studio e la buona nomea che da sempre caratterizza la Federico II la rendono tra le università più scelta non solo dai ragazzi di Napoli o della Campania ma dell’Italia intera.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

“Beautiful” riceve quattro AWARDS agli Emmy per l’Animazione diurna

Alla quarantatreesima edizione degli Emmy Awards per l’Animazione diurna, che si sono tenuti il 4 maggio 2016 a Los Angeles, in California, Beautiful ha ricevuto ben quattro riconoscimenti importanti. I premi ricevuti dalla soap, seguitissima anche in Italia da oltre vent’anni, riguardano diverse categorie.
Beautiful ha infatti ricevuto il premio per il “Dramma eccezionale come serie di scrittura”: Bradley P. Bell, del capo reparto scrittori è stato insignito di questo premio, insieme con Michael Minnis, anche lui gestore del raprto scrittura; Rex M. Best, Shannon Bradley, Adam Dusevoir, Tracey Ann Kelly, Patrick Mulcahey, Mark Pinciotti, Jack F. Smith e Michele Val Jean sono gli altri autori della fortunata serie. Questo premio segna la quarta vittoria per Bradley P. Bell e per il team di scrittura di Beautiful in questa categoria: aveva già vinto infatti nelle precedenti edizioni del 2010, 2013 e 2015. Il premio “Outstanding Guest Performer speciale in una serie drammatica” è andato a Obba Babatundé che interpreta il ruolo di “Giulio Avant”. Si tratta della prima vittoria di Babatundé in questa categoria.
“Outstanding Original Song – Drama” è stato assegnato alla canzone “Lost in Time”. Bradley Bell, Casey Kasprzyk, Anthony Ferrari, e Matt Pavolaitis sono i compositori e i parolieri della canzone. Anche in questa categoria si tratta della seconda vittoria per Beautiful, dopo quella del 2015. “Outstanding Achievement in vivo e diretto su nastro Sound Mixing per una serie drammatica” è stato assegnato ad Aaron Lepley, Mixer di Produzione; Danny Lecuna è il Post-Production Mixer; Brian Connell il responsabile della registrazione sonora; Jerry Martz, degli Effetti Mixer; Brian Cunneen, Dave Golba, Justin Lamont e Tom Luth sono gli operatori del suono. Questo riconoscimento segna la quarta vittoria in questa categoria dopo le vittorie precedenti nel 1994, 2002 e del 2015.
La cerimonia di premiazione della quarantatreesima edizione degli Emmy Awards per l’Animazione diurna ha avuto luogo il Domenica 1 maggio 2016 presso The Westin Bonaventure Hotel a Los Angeles, in California.
Fonte: anticipazioni beautiful

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Come ottenere un prestito personale da Unicredit

Prestito personale Unicredit

La valutazione della richiesta di un prestito personale è sottoposta ad alcune leggere differenze tra gli istituti finanziari. Nel caso di Unicredit, per ottenere un prestito personale è necessario possedere alcuni requisiti che sono di solito un’età compresa tra 18 e 70 anni e la garanzia di rimborso. Infatti, proprio la garanzia di rimborso deve essere dimostrabile e può consistere nella busta paga se si tratta di lavoratore dipendente, dichiarazione dei redditi nel caso si tratti di un lavoratore autonomo e, se si è pensionati, occorre invece il cedolino della pensione. La capacità di rimborso del richiedente tiene conto delle spese da affrontare mensilmente e nella possibilità di restituire la somma concordata.

Altre opzioni per ottenere un prestito personale Unicredit

Se il richiedente non è in possesso di alcuna garanzia di rimborso, Unicredit dà la possibilità di concedere un prestito personale con garante che si impegna a pagare in caso di insolvenza da parte del titolare del prestito. Sarà dunque il garante a presenta l’adeguata documentazione che garantirà il rimborso. E’ importante, prima di sottoscrivere un finanziamento, scegliere la formula più conveniente e quella più adatta alle proprie esigenze e, durante la fase di negoziazione, avere una visione dettagliata del documento che contiene tutte le informazioni chiare e complete delle condizioni applicate in quel momento sul prestito, in modo da fare una scelta consapevole.

Prestito personale Unicredit formule adatte a tutte le esigenze

Banca Unicredit concede prestiti personali adatti a tutte le esigenze, per importi che vanno da 1000 euro a 100.000 euro, in grado di soddisfare le necessità del richiedente. I prestiti personali Unicredit sono diversificati in Piccoli prestiti, per chi ha bisogno di cifre tra i 1.000€ ed i 3.000€, Prestiti flessibili, per cifre fino a 30.000€, Mutui a tasso variabile, dai 30.000€ in su, Mutui contante, per altre spese. Ogni formula prevede rate mensili con addebito su conto corrente anche se quest’ultimo non è UniCredit, oppure l’addebito automatico anche sulla Genius Card.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento